Matrimonio religioso o cattolico

Stato Civile    0 Commenti     26/09/2013

Responsabile del procedimento: dott.ssa Amanda Di Meo

Responsabile del provvedimento finale: Il Sindaco in qualità di Ufficiale di Stato Civile

 Descrizione del procedimento

Cos’è :
Il matrimonio religioso viene celebrato dal Parroco (o Ministro di Culto se acattolico) ed ha effetti civili, in quanto, dopo la celebrazione, il relativo atto viene trasmesso all’Ufficio di Stato Civile per la trascrizione in appositi registri. Il procedimento relativo al matrimonio religioso è da concordare con il Parroco (o Ministro di Culto), sia per i corsi di preparazione e per la documentazione da presentare, sia per il luogo della celebrazione. Il Parroco propone ai fidanzati diverse iniziative es. corsi di preparazione, preghiera comune, ecc.
Il Matrimonio acattolico è celebrato davanti ai Ministri di Culto riconosciuti dallo Stato: – Testimoni di Geova; – Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni; – Chiese Cristiane Avventiste del settimo giorno; – Tavola Valdese; – Rito Ebraico. Al momento del Matrimonio i coniugi possono scegliere il regime della separazione dei beni ed effettuare il riconoscimento di prole agli effetti della legittimazione.

Come si richiede : E’ cura del Parroco raccogliere tutta la documentazione necessaria (Certificato di Battesimo, Certificato di cresima, ecc.); provvede, inoltre, a esporre le pubblicazioni e a fare la richiesta di pubblicazioni civili al Comune di residenza di uno degli sposi.

Tempi:
Il Matrimonio può essere celebrato non prima dei 4 giorni e  non oltre 180 giorni dal compimento (affissioni) delle pubblicazioni di Matrimonio alla Casa Comunale.

Modulistica: no

 Dove rivolgersi : Ufficio Stato civile- PEC: comunerecale@pec.it

Sig. Letizia Lucia – tel. 0823/461021 – fax 0823/461010

Torna all'inizio dei contenuti